Telejato

La salma di Giovanni Lo Porto presto a Palermo

La salma di Giovanni Lo Porto presto a Palermo
Settembre 16
16:42 2015

Il Comune di Palermo ha individuato, a seguito di gara ad evidenza pubblica, l’impresa funebre che effettuerà il trasporto e le esequie funebri del palermitano Giovanni Lo Porto, il cooperante ucciso al confine tra il Pakistan e l’Afganistan lo scorso gennaio, durante un raid statunitense contro al Qaeda. Ieri è stata espletata la gara e oggi si è proceduto all’assegnazione del servizio.

“L’Amministrazione comunale – hanno dichiarato il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando e l’assessore alla Partecipazione, Giusto Catania – ha mantenuto l’impegno assunto con la città e con la famiglia Lo Porto e, inoltre, con determinazione sindacale, ha assegnato gratuitamente un loculo a Giovanni Lo Porto presso il cimitero dei Rotoli”.

Nelle prossime ore l’impresa funebre comunicherà i tempi per l’arrivo a Palermo della salma del cooperante.

“La città di Palermo – hanno concluso il sindaco e l’assessore – ha dimostrato grande solidarietà sulla vicenda di Giovanni Lo Porto. Cogliamo l’occasione per ringraziare pubblicamente quegli operatori che avrebbero voluto offrire gratuitamente i servizi funebri. Purtroppo la giurisprudenza consolidata in materia di appalti non autorizza tali procedure”.

E rispondendo alle dichiarazioni di Daniele Lo Porto secondo il quale “Non bastano i fondi per riportare la salma a Palermo”, i due, stupiti, affermano: “Non abbiamo alcun problema di natura economica per effettuare tale attività e abbiamo già manifestato alla famiglia Lo Porto tutta la nostra disponibilità al fine di definire tempi e modi di seppellimento del giovane cooperante palermitano”.
AGGIORNAMENTO 17-09-2015 ore 12:12

Il sindaco Leoluca Orlando, ha proclamato il lutto cittadino per venerdì 18 settembre, in occasione dei funerali laici di Giovanni Lo Porto. La cerimonia si svolgerà alle ore 9 presso l’ex chiesa di San Mattia ai Crociferi, in via Torremuzza. Tempi e modalità per il saluto della città a Giovanni Lo Porto sono stati concordati dall’Amministrazione comunale con la famiglia.

Sull'autore

Redazione

Redazione