Telejato

 Ultime Notizie

Ars, polemica sugli stipendi dei deputati

Ars, polemica sugli stipendi dei deputati
Dicembre 05
23:35 2014

MUSUMECI: «ABOLIRE PARAMETRO COL SENATO». RUGGIRELLO: «INDENNITA’ GIA’ RIDOTTE

Sulla proposta Musumeci di abolizione della legge che parametra al Senato il trattamento economico dei deputati dell’Ars è in corso una dialettica tutto sommato positiva. Paolo Ruggirello, presidente del collegio dei Questori, ricorda che l’Ars ha ridisciplinato il trattamento economico dei deputati, superando il parametro con il Senato: «Nell’ottica della spending rewiew, sono stati recepiti integralmente i principi del Decreto Monti e sono state conformate al nuovo parametro le indennità dei deputati e dei componenti gli organi interni di vertice. Il riferimento al Senato è stato mantenuto solo per aspetti relativi a profili organizzativi della struttura interna, compatibile con le attuali condizioni di bilancio. Vi è stato anche uno scostamento in senso di ulteriore riduzione della spesa, stabilendo tetti ai trattamenti retributivi del personale più limitativi, su base pluriennale, rispetto agli analoghi trattamenti presso il Senato. L’Ars ed il Consiglio di presidenza hanno già ampiamente intrapreso il percorso di contenimento dei costi della politica richiesto giustamente dalla crisi che attraversa il Paese ed in particolare la nostra Regione». Per Musumeci invece: «La legge 44 è il simbolo di uno status di privilegio che le forze politiche si diedero ed hanno mantenuto in vita per quasi mezzo secolo. Votata alla vigilia del Natale 1965 in appena 5 minuti, senza dibattito in Aula e con una relazione dei proponenti di sole venti parole, oggi costituisce il retaggio di un privilegio che fa a pugni con l’uso largamente irresponsabile che si è fatto dell’Autonomia. Certo, sul piano operativo l’aggancio col Senato è stato superato in quest’ultimo anno, anche grazie alla sensibilità del presidente Ardizzone, ma quella legge va cancellata e sostituita, se si vuole anche nella forma testimoniare un’inversione di tendenza del nostro Parlamento».

 

 

Tags
Condividi

Sull'autore

Fabio Bono

Fabio Bono