Macerata, convegno “Il razzismo e le sue rappresentazioni. Comunicazione, linguaggi e pratiche d’integrazione”

Appuntamento lunedì 21 marzo alle ore 14 presso l'Università di Macerata. Sarà possibile seguire l'evento anche online sulla piattaforma Teams.

0

Lunedì 21 marzo 2022, in occasione della XVIII Giornata Internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale, a Macerata si terrà il convegno dal titolo “Il razzismo e le sue rappresentazioni. Comunicazione, linguaggi e pratiche d’integrazione”.

L’incontro, organizzato all’interno del Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali di Unimc / Università degli Studi di Macerata, metterà insieme agli studi condotti dai docenti e dalle docenti di ateneo le esperienze di monitoraggio sul razzismo di importanti realtà come Associazione Carta di Roma e Lunaria, e prospettive di ricerca a più dimensioni.

Un incontro pluridisciplinare su un fenomeno complesso che si manifesta in innumerevoli forme e dimensioni, che a partire da eventi che ci hanno toccati sul piano locale, abbraccia una prospettiva globale di riflessione contro le discriminazioni di ogni genere e forma.

Dalle 14.00 alle 18.00
presso il polo Pantaleoni (via Pescheria vecchia a Macerata – prenotazione obbligatoria e obbligo di green pass)

oppure online sulla piattaforma Teams indicata alla pagina dell’evento https://spocri.unimc.it/it/site-news/eventi/il-razzismo-e-le-sue-rappresentazioni.-comunicazione-linguaggi-e-pratiche-di-integrazione

Le prenotazioni del posto in presenza in Aula Verde sono disponibili al link: Dipartimenti DED e DSPOCRI – Prenotazione Affluences

E’ possibile collegarsi all’evento tramite Microsoft Teams .

Per la partecipazione in presenza si prega di prenotare il posto in aula cliccando qui

Programma dettagliato sulla locandina

E’ previsto il riconoscimento di 1 CFU come attività didattica per gli studenti e le studentesse del dipartimento di SPOCRI: classi L-20; L-36; LM-19, LM-62. Ad eccezione dei corsi in lingua inglese. Gli studenti dovranno inviare via mail alla dott.ssa Giulia Messere, cultrice della materia e co-organizzatrice dell’iniziativa ([email protected]) una breve relazione scritta (minimo 8.000 caratteri spazi inclusi) sugli argomenti trattati durante il Convegno.

L’evento muove dall’obiettivo di mettere a confronto più voci istituzionali, accademiche e associative impegnate nell’ambito della ricerca sulle discriminazioni, il razzismo e le pratiche di integrazione e intercultura, seguendo le prospettive più recenti date dall’Europa nella promozione e nella tutela dei diritti, unendo lo stato attuale della ricerca su razzismo e discriminazione al monitoraggio dei fenomeni ad essi connessi.

La realizzazione dell’incontro nella giornata del 21 marzo ha permesso il coinvolgimento dell’Unar, l’Ufficio Nazionale antidiscriminazioni razziali, e dell’associazione Arci Nazionale, oltre che le realtà di Carta di Roma e Lunaria e di studiosi e ricercatori.

L’incontro si aprirà con i saluti e l’introduzione da parte di Natascia Mattucci, presidente del Comitato unico di garanzia di Unimc, Filippo Miraglia, responsabile Commissione Immigrazione, diritto d’asilo e lotta al razzismo Arci Nazionale), Massimiliano Sport Bianchini, presidente Arci Macerata, e la partecipazione a distanza del direttore dell’Unar Triantafillos Loukarelis. Nella seconda parte del convegno, dedicata alla riflessione sullo stato attuale della ricerca su razzismo e discriminazione, sotto il coordinamento di Maria Letizia Zanier, docente UniMc, si susseguiranno gli interventi sotto i diversi profili dell’analisi storica, sociologica, di genere e di carattere associativo/organizzativo di Marcello Maneri e Fabio Quassoli dell’Università di Milano Bicocca, autori del volume “Un attentato quasi terroristico: Macerata 2018, il razzismo e la sfera pubblica al tempo dei social media”, Paola Barretta dell’Associazione Carta di Roma, Grazia Naletto di Lunaria, Paola Persano, Tatiana Petrovich Njegosh, Mathilde Anquetil, Giacomo Buoncompagni e Giulia Messere di Unimc.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Hide picture