Telejato

Pace e Diritti nel Mediterraneo

Pace e Diritti nel Mediterraneo
Novembre 12
15:01 2015

Una due giorni di riflessione e dibattiti su ambiente, militarizzazione, guerre e diritti umani

Oggi e domani ADIF (Associazione Diritti e Frontiere), Primalepersone, GUE/NGL, Università e Comune di Palermo e il patrocinio dell’ANCI organizzano “Pace e Diritti nel Mediterraneo“, una conferenza su “Conflitti e resistenze nelle politiche europee, negli ordinamenti interni e nelle prassi operative“.

L’attenzione verrà concentrata sui mutamenti climatici e le emergenze umanitarie di cui sono responsabili “politiche predatorie imposte dalla finanza globale che non possono trovare soluzione se affrontate in maniera disgiunta da una visione complessiva ed alternativa all’attuale modello di distribuzione della ricchezza” che “utilizza la guerra per perseverare nella follia dell’accaparramento delle risorse del pianeta da parte di gruppi finanziari a dispetto della vita delle persone“.

Centrale sarà il dibattito “sui rapporti politici ed economici tra i paesi europei e gli stati terzi coinvolti nel cd. Processo di Khartoum, sulla valenza attuale dei diritto di asilo, oltre che sulle modalità di impiego e sulla gestione complessiva dell’operazione Frontex/Triton nel Mediterraneo centrale, e dell’operazione Frontex/Poseidon nel Mediterraneo orientale” cercando di “promuovere forme nuove di partecipazione democratica che restituiscano un senso anche al principio della rappresentanza”, “garantire il diritto alla mobilità delle persone che cercano in Europa salvezza dalle guerre e possibilità di sopravvivenza dalla miseria, promuovendo modalità e programmi organici di accoglienza e di inserimento, sociale e lavorativo, adeguati alle dimensioni del fenomeno che sta investendo tutta l’Unione europea“.

Davanti a tutto questo, per gli organizzatori la strada da percorrere è quella di “ripartire dal dialogo e dall’autorganizzazione di reti di solidarietà tra tutti coloro che considerano la Pace, l’Ambiente ed i Diritti valori fondanti per l’umanità“.

Info, dettagli e programma completo sono disponibili su

http://www.a-dif.org/pace-e-diritti-nel-mediterraneo/

http://dirittiefrontiere.blogspot.it/2015/10/a-palermo-il-12-e-13-novembre-2015-una.html

Alessio Di Florio

Sull'autore

Alessio Di Florio

Alessio Di Florio

Militante comunista libertario e attivista eco-pacifista, collaboratore di Wordnews.it e referente abruzzese dell’Associazione Antimafie Rita Atria e di PeaceLink, Telematica per la Pace. Collabora con Pressenza, Giustizia.info, QcodeMagazine, Comune-Info e altri siti web. Autore di articoli, dossier e approfondimenti sulle mafie in Abruzzo, a partire da mercato degli stupefacenti, ciclo dei rifiuti e "rotta adriatica" del clan dei Casalesi, ciclo del cemento, post terremoto a L'Aquila, e sui loro violenti tentativi di dominio territoriale da anni con attentati, intimidazioni, incendi, bombe con cui le mafie mandano messaggi e tentano di "marcare" la propria presenza in alcune zone, neofascismo, diritti civili, denunce ambientali tra cui tutela coste, speculazione edilizia, rischio industriale e direttive Seveso.