Telejato

Palermo, scoperta seconda piantagione indoor di capana indiana

Palermo, scoperta seconda piantagione indoor di capana indiana
Ottobre 02
15:09 2015

In meno di 48 ore è stata scoperta un’altra piantagione indoor di canapa indiana.

I Carabinieri hanno arrestato con l’accusa di produzione, coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti e furto aggravato di energia elettrica, Antonino Savastapalermitano di 39 anni. L’uomo viaggiava a bordo della sua Citroen C3 sprovvisto di patente e assicurazione obbligatoria R.C.A.

All’interno della sua auto, i militari hanno trovato piccole foglie, in parte essiccate, nonché infiorescenze di marijuana per un peso complessivo di 17 grammi circa. Gli investigatori hanno esteso la perquisizione anche nell’abitazione del 39enne dove è stata rinvenuta una piantagione di canapa indiana costituita da 35 piante alte 1.80 cm e 25 kg. di marijuana già essiccata e pronta per lo spaccio.

La piantagione era dotata di tutto il necessario: lampade alogene con relativi reattori, impianto di condizionamento, strumentazione per il monitoraggio della temperatura interna, ventilatori, pannelli riflettenti, prodotti chimici per la coltivazione e fertilizzanti. Per non lasciare niente al caso, su di un calendario erano indicate le settimane di crescita e le innaffiature delle piante. I carabinieri hanno inoltre trovato materiale per il confezionamento della droga, tra cui dei bilancini di precisione. A seguito di ulteriori accertamenti, è stato inoltre accertato che l’immobile era stato allacciato abusivamente alla rete elettrica pubblica.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Sull'autore

Redazione

Redazione