Telejato

Palermo, controlli a Ballarò: effettuati sequestri e sanzioni per ventimila euro

Immagine di repertorio

Palermo, controlli a Ballarò: effettuati sequestri e sanzioni per ventimila euro
Ottobre 03
13:45 2015

 

Chiusa un’attività abusiva di ortofrutta in Via Porta di Castro. All’esercizio commerciale sono stati sequestrati 150kg di frutta e verdura, donati alla Missione “San Francesco ai Cappuccini” che domenica celebrerà il proprio Santo protettore.

Il provvedimento è stato emesso nel corso dei servizi effettuati dal commissariato di Polizia di Stato “Oreto Stazione”, dalle unità cinofile, Guardia di Finanza, Polizia Municipale, Asp, Enel e Rap.

In Via Nunzio Nasi sono stati scoperti diversi allacci abusivi alla rete elettrica e sono state sequestrate panche, tavolini e botti in legno che saranno presto distrutti. Le unità cinofile hanno inoltre fiutato 2 dosi di hashish e altrettante di cocaina, abbandonate per terra, opportunamente occultate tra casse di birra vuote, tavoli, panche e nei pressi di un minimarket.

I cani poliziotto si sono rivelati ancora una volta fondamentali per gli investigatori: hanno scoperto una palazzina degradata e fatiscente, all’interno della quale sono state rinvenute 11 bombole di gas e cibi in cattivo stato di conservazione. Stessa situazione all’interno di un minimarket al quale era possibile accedere dall’abitazione, attraverso uno stretto cunicolo. Il locale, che presentava confezioni di alimenti scadute poste in vendita, come tonno putrido e medicinali, era privo di DIA sanitaria, del piano autocontrollo e gravato da carenze igienico-sanitarie e strutturali. I Vigili del Fuoco hanno infatti accertato che la stessa struttura era inagibile, così come stabilito già in passato dal settore “Edilizia Pericolante” del Comune di Palermo che, per questo motivo, lo aveva già  posto sotto sequestro, intimando ai proprietari di provvedere alla messa in sicurezza dello stabile. Nuovi sigilli sono stati posti stamani dalla Polizia. L’esercizio era inoltre alimentato con due allacci abusivi alla rete elettrica. La titolare del minimarket, una giovane donna ghanese, è stata arrestata.

Multe sono scattate per i titolari di un panificio, di un “generi alimentari” e per due attività di somministrazione di cibi e bevande che occupavano abusivamente il suolo pubblico.

Sono state controllate oltre 50 persone e circa 30 veicoli che hanno portato ad elevare 5 sanzioni per violazioni al Codice della Strada. “Complessivamente – comunicano gli agenti – sono state elevate sanzioni per un importo di circa ventiduemila euro”.  

Sull'autore

Redazione

Redazione