Telejato

Nota sulle misure di prevenzione

Nota sulle misure di prevenzione
Giugno 27
11:51 2017

Nota sulle misure di prevenzione

La misura di prevenzione non è usata come strumento per prevenire, bensì per punire ed affliggere chi ne viene sottoposto: togliere ad una persona tutto il patrimonio, finanche la casa familiare, significa privare lei e la sua famiglia di ogni mezzo di sostentamento; significa travolgere il suo passato (il patrimonio, solitamente, è un complesso di beni in cui si identificano intere generazioni) e distruggere il suo futuro. Per usare una citazione eloquente: “la prevenzione patrimoniale è la morte civica di una persona”.

A ciò si aggiunga che, nel momento in cui l’Amministrare giudiziario si presenta per prendere possesso del bene, senza che, nell’immediatezza con cui è disposto il sequestro, neppure i proposti ne conoscano le motivazioni, costoro vengono allontanati dalle proprie aziende e dalle proprie abitazioni, senza alcuna possibilità di trovare altra occupazione, poiché “marchiati” dal provvedimento. Non ci sono limiti temporali alle indagini di prevenzione, né è prevista la possibilità di una prescrizione del provvedimento. Anche nell’eventualità di un rigetto della proposta, l’azione può essere (ri)esercitata e il Tribunale può accogliere o rigettare il provvedimento in qualsiasi momento.

Si consideri che “la confisca è preceduta dal sequestro e che lo stesso giudice che ha disposto il sequestro, inaudita altera parte, deciderà se revocare il sequestro o disporre la confisca, in ciò rivalutando i medesimi elementi indiziari. Di conseguenza non potrà mai essere terzo ed imparziale poiché non potrebbe mai essere “incentivato” a restituire i beni all’avente diritto il quale, una volta rientrato in possesso dei propri averi, potrebbe esercitare l’azione di responsabilità nei confronti proprio di quel giudice e dell’Amministratore Giudiziario”. Quasi sempre, inoltre, il sequestro produce effetti devastanti irreversibili sulle cose oggetto della misura e sulla vita delle persone. Il giudice che, disponendo il sequestro, ha concorso a produrre danni incalcolabili

La perizia disposta dal Tribunale, diventa lo strumento stesso attraverso il quale il giudice ricerca elementi nuovi sui quali fondare la sua decisione. In altre parole, il Tribunale si spoglia della sua terzietà, ricercando esso stesso la prova!

Sarebbe bene anche che la politica si confrontasse con gli effetti prodotti dalle misure di prevenzione sulla vita delle persone, nel tessuto economico, rispetto al libero mercato. La minaccia sempre costante dell’applicazione di queste misure riduce, insieme alla presenza del crimine organizzato la già scarsa propensione ad investire in Sicilia e limita fortemente  l’attitudine degli imprenditori siciliani ad espandere la propria attività economia.

Pietro Cavallotti

Sull'autore

Redazione

Redazione