Telejato

Lentini, attentato allo Stadio Comunale, incendiata la sala stampa

Foto di Danilo Daquino

Lentini, attentato allo Stadio Comunale, incendiata la sala stampa
Gennaio 28
20:35 2015

Altro attentato in perfetto stile mafioso a Lentini. Stavolta, a pagarne le conseguenze, lo stadio comunale “Angelino Nobile” sito in Via Dello Stadio, sede della società Sicula Leonzio, classificata nel girone D del campionato di Promozione.
incendio-lentini-leonzio-535x300

foto gds

Secondo le prime ricostruzioni dei Carabinieri del locale distretto e dei Vigili Del Fuoco intervenuti sul posto in seguito alle innumerevoli segnalazioni da parte degli abitanti del quartiere, alle ore 2:40 circa di ieri, ignoti avrebbero introdotto del liquido infiammabile, attraverso una finestra, all’interno della Sala Stampa e hanno appiccato le fiamme. Il fuoco ha in poco tempo distrutto tutto il materiale presente all’interno dell’ufficio, comprese stampanti, computer, scrivanie, armadi e gigantografia, propagandosi, aiutato dai malviventi che nel frattempo hanno scavalcato il muro di cinta del parcheggio, in un’adiacente aula adibita a magazzino, dov’è rimasto irrecuperabile tutto il materiale utilizzato per la manutenzione del verde. I pompieri hanno messo in sicurezza quasi immediatamente la struttura. I danni ammonterebbero a oltre 15mila euro.

LaISR060142820150127SR

Si preannuncia, quindi, un periodo di ulteriori difficoltà per la società che gestisce lo stadio, la quale nei mesi scorsi si era impegnata, con i propri mezzi e le proprie forze, a riassestare il verde del campo, a ristrutturare le stanze e ad eseguire piccoli interventi di manutenzione ordinaria e a volte straordinaria. Si legge già amarezza negli occhi del Presidente Giuseppe Spada, che dichiara: «Noi andremo avanti».

La redazione di Telejato e Telejunior esprime solidarietà a tutti i membri della A.S.D. Sicula Leonzio, auspicando che in occasione della prossima partita di calcio, le tribune dello stadio (che solitamente contano oltre mille tifosi) si riempiano più di ogni volta di Cittadini pronti a condannare il grave atto e sostenere le attività della società.

sicula

 

Sull'autore

Danilo Daquino

Danilo Daquino