Telejato

I carabinieri arrestano due ladri d auto dopo un rocambolesco inseguimento.

I carabinieri arrestano due ladri d auto dopo un rocambolesco inseguimento.
Dicembre 29
16:15 2014

Il tutto si è svolto sotto una pioggia torrenziale, alle ore 04,25 circa, quando la pattuglia della stazione mezzo monreale, mentre percorreva questo viale regione siciliana in direzione catania, notava una fiat punto, con un individuo a bordo che stava trainando una seconda vettura una fiat grande punto, con a bordo un’altra persona posta alla guida.

I due malfattori, alla vista della pattuglia dei carabinieri; la persona a bordo della fiat grande punto, abbandonava l’autovettura e si precipitava all’interno dell’autovettura che la trainava, dandosi così ad una precipitosa fuga.

Nel frattempo la pattuglia riusciva a diramare la nota alla centrale operativa del comando provinciale carabinieri di palermo, che tempestivamente faceva convergere in ausilio altre “gazzelle” del nucleo radiomobile. Veniva organizzato un improvvisato blocco stradale al fine di arrestare la corsa dei fuggitivi. Dopo un breve e rocambolesco inseguimento, all’altezza dell’ex bingo “las vegas”, i due ladri al fine di far perdere le loro tracce, nel modo di zig-zagare, perdevano il controllo dell’autovettura, andando a collidere dapprima contro il guard-rail e conseguentemente a carambolare contro l’autovettura di servizio, mentre la vettura dei carabinieri inseguitrice, andava a bloccare la fiancata lato guida dell’auto intrappolando i due nello stesso abitacolo.

I due abili ladri di auto, si identificano in : tripiciano giuseppe, nato a palermo classe 1968 e affatigato antonino, nato palermo classe 1981; entrambi abitanti del quartiere “ciaculli”, volti noti alle forze dell’ordine, tratti in arresto con l’accusa di furto aggravato in concorso.

Nel medesimo contesto, i prevenuti, sono stati deferiti in stato di libertà per i reati di “danneggiamento” e “guida senza patente poiché mai conseguita”. Le due auto sono state sottoposte a sequestro.

Su disposizione della competente autorità giudiziaria, entrambi gli arrestati sono stati sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari, in attesa di essere giudicati con rito direttissimo.


Tags
Condividi

Sull'autore

Redazione

Redazione