Telejato

 Ultime Notizie

Funerali del boss a Roma: la Repubblica affonda tra criminalità, confusione ed ignoranza

Funerali del boss a Roma: la Repubblica affonda tra criminalità, confusione ed ignoranza
Agosto 21
13:14 2015

Riguardo ai funerali del boss sono sbigottito dal fatto che organi inquirenti, di vari livelli, non monitorassero la vicenda, ed essendo quindi ignoranti circa l’organizzazione del funerale, abbiano permesso l’esaltazione della forza e della sfrenata ricchezza di frange criminali avvezze a violenza e sopraffazione.

Il prefetto, le forze dell’ordine, gli stessi organi politici avrebbero dovuto impedire categoricamente che per le strade di una città (peggio ancora per le strade di Roma) un tale circo mediatico e scenografico avesse seguito ed esercizio. E se questa fosse una scusa per coprire il fattaccio, la pezza sarebbe peggio del danno. Allo stesso tempo trovo svilente la polemica e l’accostamento tra il funerale negato a Piergiorgio Welby e questo permesso ad un boss. La chiesa in quanto comunità parallela e scissa dallo Stato di Diritto può celebrare, nel rispetto delle leggi della Nazione, il funerale a chi vuole. E se la legge ed il buon senso possono impedire un funerale (come successo a Mazara nel caso di Mariano Agate) mai nessuno può obbligare la chiesa a celebrarne uno.

Non si possono imporre regole a chi è libero, giustamente, di fare quasi ciò che vuole, altrettanto giustamente. A chi non piace il metodo e l’atteggiamento di una comunità, la cui partecipazione non è obbligatoria, non deve pontificare laicamente su questioni spirituali. Io da laico convinto, veramente e compiutamente, vorrei che in Italia ci fosse un sistema di leggi per il testamento biologico, tutela reale per le donne che vogliono abortire, così come vorrei maggiore trasparenza nella gestione dei soldi pubblici affidati ai prelati (non perché uomini di chiesa, ma perché soldi pubblici).

Fare accostamenti capziosi per seguire l’onda che il web indica è snaturare lo spirito di una religione. I testimoni di Geova non vogliono sangue altrui ed i cattolici non vogliono i suicidi, magari accettando taluni assassini. Vale di più una religione di un’altra? Oppure ci fa più schifo un funerale sfarzoso ad un boss che migliaia di morti di AIDS evitabili se la chiesa negli anni ’70, ed ancora oggi, non fosse stata contro il preservativo?


Tags
Condividi

Sull'autore

Ivano Asaro

Ivano Asaro

Cercando il senso delle cose molto spesso si finisce con il comprendere il non senso dietro le cose