Telejato

Lentini, la Ex-Duco LaB lascia il Castellaccio e accusa: “Siamo stati lasciati soli”

Castellaccio di Lentini

Lentini, la Ex-Duco LaB lascia il Castellaccio e accusa: “Siamo stati lasciati soli”
Dicembre 02
22:26 2015

Si spezza il protocollo di collaborazione per la valorizzazione del Castellaccio tra il Comune di Lentini e l’associazione Ex-Duco laB.

A comunicarlo in una nota è il presidente, dott. Alessio Bufalino: “L’Associazione in questi due anni ha speso risorse importanti nell’opera di valorizzazione del parco, effettuando oltre 4000 ore di volontariato e ottenendo risultati significativi in termini di presenze, circa 8000 in due anni”.

577472_445658228884021_1843861616_nUn impegno quello preso dai volontari dell’associazione che in poco tempo ha portato il parco archeologico del Castellaccio al centro del turismo lentinese, salvandolo dal degrado e dall’abbandono cui rischiava di andare incontro. “Nonostante la nostra azione fosse sempre concordata con l’Amministrazione Comunale e nel rispetto degli obiettivi del Protocollo che ci ha legato – continua la nota – ci siamo ritrovati soli a difendere la nostra azione con altri Enti che hanno denigrato l’opera di Valorizzazione messa in atto. Questo atteggiamento da parte dell’Amministrazione fa cadere il rapporto di fiducia che è alla base di un efficace ed efficiente rapporto di collaborazione. Il volontariato che caratterizza questa collaborazione si fonda sulla comunione di intenti, in assenza di obiettivi e strumenti comuni non ha più senso proseguire”.

Si legge rammarico tra le righe di Bufalino che continua spiegando che “in diverse occasioni l’associazione ha cercato di superare con grandi sforzi le situazioni di difficoltà, poste in essere da valutazioni prive di fondamento e legate a retaggi culturali del passato che hanno tentato di screditare non solo il nostro operato ma anche il buon nome dei volontari. La gravità di tale situazione è stata del tutto sottovalutata, o avallata da atteggiamenti di accidia da parte di chi ha, a nostro parere, l’obbligo di difendere il nostro operato, avendolo approvato in ogni sua declinazione”.

Una situazione che impedirebbe al gruppo di andare avanti, anche a causa dell’inadeguata manutenzione che non rientrerebbe nei canoni della moderna fruizione dei beni culturali. Mentre i volontari della Ex-Duco LaB si preparano a lasciare il Castellaccio, dal Comune di Lentini ci fanno sapere che verrà garantita comunque la fruizione del sito alla cittadinanza e ai turisti. “Con grande dispiacere e amarezza – dice il presidente – nonostante tutti gli sforzi che abbiamo profuso per proseguire l’azione di valorizzazione e con la consapevolezza di non poter offrire più nulla date le condizioni, abbiamo comunicato il recesso immediato dal protocollo da parte dell’associazione Ex-Duco laB”. 

Questa è l’ennesima dimostrazione che Lentini non è in grado di supportare e dare manforte a chi crede ancora in una città migliore.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Sull'autore

Danilo Daquino

Danilo Daquino