Telejato

Si allarga il “cerchio magico” della zà Silvana Saguto

Si allarga il “cerchio magico” della zà Silvana Saguto
Aprile 21
14:34 2016

Man mano che andiamo avanti scopriamo che il famoso “cerchio magico” creato dalla signora Saguto attorno alle vicende dell’ufficio misure di prevenzione si allarga ad altri nomi.

Oggi ne è venuto fuori un altro, quello del Presidente della Corte dei Conti dott.ssa Luciana Savagnone, già denunciata senza alcun effetto al vertice romano della Corte dei Conti, in stretto contatto con l’ex prefetto di Palermo Cannizzo, oltre che con la Saguto. Nell’ambito del principio del “tengo famiglia” la dott.ssa Savagnone ha fatto i suoi buoni uffici per lavorare il genero giornalista sportivo Alessandro Amato, presso l’emittente TRM, affidata a suo tempo a Walter Virga, figlio dell’altro presidente della seconda sessione penale del tribunale di Palermo Tommaso Virga.

E così, dopo la nuora della Saguto, Vanna Pantò, alla quale venne fatto sistemare un ufficio tutto per lei adesso anche il genero dell’amico magistrato. Come diciamo in siciliano: “Na manu lava l’autra e tutti e dui lavanu a facci”.

Sull'autore

Salvo Vitale

Salvo Vitale

Salvo Vitale è stato un compagno di lotte di Peppino Impastato, con il quale ha condiviso un percorso politico e di impegno sociale che ha portato entrambi ad opporsi a Cosa Nostra, nella Cinisi governata da Tano Badalamenti, il boss legato alla Cupola guidata negli anni Settanta da Stefano Bontate.