Telejato

Angelo Siino, “ministro degli appalti della mafia”, non guidò l’auto di Papa Woityla

Foto: Michele Merendino

Angelo Siino, “ministro degli appalti della mafia”, non guidò l’auto di Papa Woityla
Febbraio 07
11:48 2016

A rettifica di un nostro redazionale del 05/02/2016 in cui si faceva cenno che Angelo Siino (“ministro degli appalti della mafia stragista” di Totò Riina ‘u curtu) fece da autista a Papa Giovanni Paolo II nel giorno in cui venne a scomunicare per la prima volta la mafia in Sicilia (21 novembre 1982), pubblichiamo delle foto inviateci dal sig. Merendino Michele – amministratore della concessionaria che fornì la Land Rover a Karol Woityla durante quel viaggio – dalle quali si apprende che il conducente della Papamobile non era Siino come raccontato nel 1993 da Enzo Mignosi nel volume dal titolo “Il Signore sia coi boss” (fonte: Quel “ministro” di San Giuseppe Jato che fece l’autista ad un Santovallejatonews.it ), o da Elio Camilleri nel libro Schegge di storia siciliana, Di Girolamo 2012 o da tante altre testate giornalistiche compresi i quotidiani dell’epoca, bensì il sig. Paolo La Franca, collaboratore dello stesso Merendino che ringraziamo. Ci scusiamo con i nostri lettori per il malinteso, purtroppo le nostre uniche fonti sono stati altri articoli non correlati di materiale visivo attendibile (QUI un esempio).

Ci auguriamo che anche gli altri colleghi giornalisti correggano l’errore copiando, se lo si desidera, questo nostro articolo, citando ovviamente la fonte: www.telejato.it.

La redazione di telejato.it

Questo slideshow richiede JavaScript.


Sull'autore

Redazione

Redazione