Telejato

Recapitata polvere da sparo al giornalista Giacomo Di Girolamo

Recapitata polvere da sparo al giornalista Giacomo Di Girolamo
Febbraio 04
08:46 2015

Le minacce sono indirizzate anche al procuratore Di Pisa e alla polizia giudiziaria. La lettera anonima è arrivata alla redazione di Marsala.it

Una busta anonima contenente polvere da sparo e  un messaggio minaccioso per il procuratore della Repubblica di Marsala Alberto Di Pisa è stata recapitata alla redazione del giornale online Marsala.it. Lo ha reso noto Ossigeno per l’Informazione.

Insieme alla polvere, la busta contiene un foglio su cui è scritto a mano, con un normografo, di inoltrare il contenuto al procuratore della Repubblica e agli agenti della Guardia di Finanza che fanno parte della polizia giudiziaria, definiti “i caini dei finanzieri della Procura”. “Ne abbiamo tanta! Boom!!”, conclude il breve messaggio, con evidente riferimento alla polvere da sparo. Il fatto che il messaggio minaccioso sia stato recapitato alla redazione fa pensare che la minaccia riguardi direttamente  Giacomo Di Girolamo, direttore di Marsala.it e di radio RMC101, che ha denunciato il fatto alla polizia giudiziaria presso la Procura della Repubblica di Marsala.

Il materiale ritenuto minaccioso è stato sequestrato e sarà analizzato per verificare di cosa si tratta. Giacomo Di Girolamo ha pubblicato varie inchieste sulla mafia e sul malaffare ed è stato più volte minacciato. Conduce da tempo una campagna per denunciare la lunga latitanza del capomafia Matteo Messina Denaro, che potrebbe rifugiarsi nel Trapanese e al quale si rivolge continuamente chiedendo “Matteo dove sei?”. La lettera con la polvere esplosiva è ritenuta dai collaboratori di Di Girolamo una minaccia più seria delle precedenti.

L’Ordine dei giornalisti di Sicilia, in una nota, ha espresso la ”solidarietà e vicinanza” a Giacomo Di Girolamo,  al magistrato e agli investigatori e ha invitato Giacomo Di Girolamo “a continuare a lavorare con lo stesso coraggio e lo stesso entusiasmo” con la certezza che “tutti i giornalisti siciliani sono accanto a lui”. L’Ordine ha  invitato il prefetto e le forze dell’ordine ad “assicurare le condizioni di serenità e di sicurezza a tutti i destinatari di questa vile intimidazione”.

Solidarietà e vicinanza è stata espressa anche da Alfonso Cicero, presidente dell’Irsap Sicilia, l’Istituto Regionale per lo Sviluppo delle attività produttive e dal presidente della commissione regionale antimafia Nello Musumeci.

ASP – Ossigeno per l’informazione

 

La redazione di Telejato esprime massima solidarietà e vicinanza per il vile gesto

Condividi

Sull'autore

Redazione

Redazione