Telejato

Palermo, sequestrati beni per 2,1 milioni di euro a Eustachio Fontana

Palermo, sequestrati beni per 2,1 milioni di euro a Eustachio Fontana
Settembre 12
11:39 2015

Beni per 2,1 milioni di euro sono stati sequestrati nell’ambito di un’attività sinergica tra i Carabinieri del Nucleo Investigativo e la Guardia di Finanza di Palermo.

Il provvedimento di sequestro, finalizzato alla confisca, emesso dal Tribunale di Palermo – Sezione Misure di prevenzione su richiesta della locale Procura della Repubblica, è scattato nei confronti di Eustachio Fontana, corleonese di 43 anni che già nel febbraio 2014 era stato arrestato nell’operazione “Cala S.p.a.” per truffa e riciclaggio, poi rilasciato. Secondo l’accusa, Fontana ricopriva un ruolo centrale all’interno di un’organizzazione criminale, atta a commettere truffe e reati che riguardavano l’accesso abusivo a sistemi informatici, furti aggravati e riciclaggio. L’attività investigativa ha permesso di individuare e sequestrare un ingente patrimonio accumulato nel corso di diversi anni di malaffare e di proprietà del 43enne: aziende operanti nel territorio palermitano, Caltanissetta, Milano, Roma, Calatafimi nel trapanese e Vittoria nel ragusano, quote societarie e conti correnti dai valori sproporzionati rispetto ai redditi dichiarati.

I beni sequestrati all’imprenditore corleonese sono la società “Mediterranea Contract srl Unipersonale”, con sede in Milano; L’Uliva srl Unipersonale, con sede in Caltanissetta; la Cantina sociale Le due Palme, società cooperativa agricola, con sede in Calatafimi (TP); la cooperativa G.F. Agricoltura, con sede a Vittoria (RG); la Fontana srl”, con sede a Palermo; la Genius s.a.s. di Fontana Eustachio & C., con sede a Palermo. E ancora: quote sociali pari al 16,5% della Financial Holding Longevity srl”, con sede a Palermo; l’8,16% della Alliancr European Wholesale Broker srl in liquidazione, con sede a Roma; quattro rapporti bancari e un motociclo.

Sull'autore

Redazione

Redazione