Telejato

Formazione e compensi d’oro 895 euro per un ora di lavoro

Formazione e compensi d’oro 895 euro per un ora di lavoro
Dicembre 09
12:03 2014

Compensi astronomici e progetti milionari dati in affidamento diretto senza procedure d’evidenza pubblica dall’assessorato regionale alla Formazione dalla Scuola nazionale dell’amministrazione di Roma propaggine del consiglio dei ministri.

In un ora quasi più del doppio di una pensione minima, a tanto ammonterebbe il compenso del coordinatore di un progetto da 5 milioni di euro. Per fare un nome Alberto Heimler che guadagna 895 euro l’ora e percepirà cinquantaseimila euro per undici giorni lavorativi complessivi. Un sproposito per le casse della regione, che tuttavia sta pagando senza battere ciglio il solito carrozzone che sulla carta avrebbe dovuto far risparmiare per legge diversi soldi per la formazione in house dei propri quadri secondo quanto previsto da una legge del 2010. In teoria infatti la formazione del personale doveva essere affidata ad enti della appartenenti alla stessa pubblica amministrazione con il fine di risparmiare ingenti somme di denaro.

La convenzione milionaria stipulata nel 2012 era e doveva essere la risposta alla richiesta dell’Unione europea che chiede alle istituzioni regionali di investire nella “capacità istituzionale”, dal fronteggiare la corruzione e i fenomeni mafiosi con lo studio del codice antimafia, passando per la sicurezza sui luoghi di lavoro e l’e-government per approdare alla programmazione dei fondi europei, insomma la scuola del buon funzionario della Pubblica Amministrazione.

L’affidamento diretto è figlio del decreto legge 78 del maggio 2010 legato ai tagli della pesante macchina amministrativa oggi qualcuno comincia a pensare che si spenda troppo ma il decreto convertito poi in legge prevedeva proprio che al fine di ridurre le spese le “amministrazioni svolgono prioritariamente l’attività di formazione tramite la Scuola superiore della pubblica amministrazione ovvero tramite i propri organismi di formazione”.

Per il momento dei 5 milioni previsti dalla convenzione è stato erogato solo il 30%, la seconda tranche dei fondi sarà erogata attraverso il progetto esecutivo, un documento dello scorso luglio contenente l’indicazione dei nominativi dei responsabili e coordinatori del progetto.Persone dal curriculum ineccepibile con compensi stellari.

In prima battuta nessuno ha avuto da eccepire sul progetto esecutivo, tuttavia una nota indirizzata proprio alla Scuola indicava la necessità di contenere i costi e successivamente questa è stata seguita da una nota indirizzata all’Aduit della regione Sicilia affinchè venissero predisposte verifiche sulla congruità del personale impiegato nel progetto.

Tutto e sospeso e la Scuola ha ottenuto una proroga poichè le attività dovevano essere completate originariamente entro il 31 dicembre 2014.

Secondo voi questo è contenimento dei costi? A posteri l’ardua sentenza.

Sull'autore

Marco Salfi

Marco Salfi

Studente di Giurisprudenza, ex rappresentante degli studenti, appassionato di politica, informatica e tecnologia.