Telejato

Lentini. Castellaccio, Mangiameli: “Il sito continuerà ad essere fruibile”

Castellaccio di Lentini

Lentini. Castellaccio, Mangiameli: “Il sito continuerà ad essere fruibile”
dicembre 08
12:00 2015

È di qualche giorno fa la notizia del recesso del protocollo di collaborazione, stipulato dall’associazione Ex-Duco LaB con il Comune di Lentini, per la valorizzazione dell’Area Archeologica del Castellaccio.

Tra i motivi che hanno spinto il presidente e i membri dell’associazione a lasciare il parco archeologico, il fatto di essersi trovati soli a difendere la propria azione “con altri Enti che hanno denigrato l’opera di Valorizzazione messa in atto”. Una situazione che avrebbe spezzato il rapporto di fiducia con l’amministrazione che non sarebbe stata in grado di tutelare il loro operato. Non tarda ad arrivare la risposta del Sindaco Alfio Mangiameli che dopo aver invitato i volontari a ritornare sui propri passi pur non condividendo nel merito e nel metodo le loro parole, ha dichiarato: “Qualche mese fa la soprintendenza, tramite una lettera ufficiale pervenutami al comune, ha segnalato che aveva appreso da social network e articoli di giornale, che all’interno del parco venivano organizzati eventi poco collegati ai principi su cui esso si fonda”. 

“Iniziative – come recita un passaggio della nota – non compatibili con il decoro del monumento e con le finalità legate alla valorizzazione dell’importante contesto archeologico in quanto hanno comportato anche la distribuzione di alimenti e bevande”.

Dichiarazioni che secondo Alessio Bufalino, presidente dell’associazione, sarebbero state sottovalutate da parte di chi aveva l’obbligo di difendere l’operato dei ragazzi, “avendolo approvato in ogni sua declinazione”.

534281_446472062135971_1997307964_nNella stessa comunicazione, a firma della dott.ssa Maria Musumeci, si apprende inoltre che la soprintendenza aveva sollecitato il primo cittadino a segnalare eventuali episodi analoghi agli uffici di competenza e agire, solo qualora necessario, revocando la convenzione. “Una convenzione che – ci tiene a sottolineare Mangiameli – ha da sempre lasciato carta bianca nella gestione e organizzazione degli eventi all’associazione Ex-Duco LaB. L’unica chiave di lettura – continua – che riesco a dare a questa rescissione unilaterale della collaborazione è quella che alcuni componenti dell’associazione avranno campo libero per poter attaccare strumentalmente l’amministrazione comunale, che, invece, tanta fiducia aveva posto nella gestione in toto del bene. Spero di essere smentito dai fatti e non dalle parole. L’amministrazione comunale – conclude – continuerà a rendere fruibile il bene archeologico al territorio così come, peraltro, lo ha fatto sin dal primo giorno in cui la Soprintendenza di Siracusa lo ha consegnato alla Città di Lentini e quindi precedentemente alla sottoscrizione del protocollo d’intesa”.

Noi ci auguriamo che il Castellaccio resterà anche in futuro al centro del turismo lentinese come da due anni a questa parte.

Sull'autore

Danilo Daquino

Danilo Daquino