Telejato

Palermo, VIDEO conferenza stampa di Pino Maniaci e dei suoi legali

maggio 06
19:29 2016

Palermo. È iniziato alle ore 12.40 l’interrogatorio di Pino Maniaci in Procura.

Il giornalista ha risposto alle domande dei giudici e subito dopo a quelle dei giornalisti, all’interno dello studio Parrino dove gli avvocati Bartolomeo Parrino e Antonio Ingroia hanno indetto una conferenza stampa. Ingroia sostiene che nelle intercettazioni pubblicate in questi giorni Maniaci “sta chiedendo soldi per la pubblicità” e non, come dichiarano i magistrati, per ammorbidire le sue inchieste in cambio di denaro. I dettagli nel video integrale della conferenza di oggi.

Sull'autore

Redazione

Redazione

  • Vito

    La conferenza stampa di Pino Maniaci e dei suoi legali mi rinquora
    perchè ha, hanno chiarito la vicenda. e si evince che tutta questa
    storia puzza di complotto per abbattere Telejato e zittire Pino. cmq
    staremo a vedere come prosegue l’inchiesta.

    • Piaciullo

      Una conferenza stampa non è una deposizione in tribunale e dunque non è affatto un processo, sempre se ci sarà.

  • Salvo Cavallaro

    Avanti così… i compagni di lotta si difendono più che mai nella cattiva sorte… io sono con voi! Complimenti ad Antonio Ingroia… oggi come non mai sono fiero di avergli dato credito nel passato… “Claudio Fava si informi prima di sparare sentenze a cazzo!”

    • Piaciullo

      Ragioni come i pentastellati, ossia quando toccano gli altri è giusto tirare fuori il cappio, quando vengono toccati i propri paladini è la giustizia che dice bugie. Berlusconi è più coerente comunque. A me questa conferenza stampa non ha convinto affatto, anzi, mi ha fatto capire che arrampicarsi agli specchi è anche molto controproducente. Sicuramente chi dà contro il nuovo avvocato incaricato potrebbe essere querelato, dunque mi astengo da altri commenti, non ho i soldi che hanno i giuristi nel c/c :-)))))

  • Piaciullo

    Nulla mi convince, mi spiace. Moralmente è un quaquaraqua.

    • ‘nteregghekkiù

      …quello che scrivi non vuol dire un tubo…chi ti credi di essere per giudicare vite private?…

      • Piaciullo

        E lui chi crede di essere chiamando tutti quanti mafiosi? Dicendo a quel sindaco che è amico di Riina?!

        • ‘nteregghekkiù

          e certo !!! perchè essere amici di Riina rietra nella sfera privata di una vita qualunque !!!!….

          • Piaciullo

            E tu hai prove che fosse amico di Riina per davvero?

          • ‘nteregghekkiù

            no!..infatti su Telejato questa cosa credo non sia mai stata detta ( perché prima di fondamento ed infatti ne parlava in privato) e ne io sto qui a scrivere contro quel sindaco….sei tu che dai condanne sulla base di niente….e fai il gioco di chi vuole colpire Pino…io NON scrivo che quel sindaco è mafioso…

          • Piaciullo

            Maniaci gli dice che lui sta con Riina, ma come si permette?!

  • Ma veramente pensate di riuscire a darla a bere così? Ma non vi vergognate? Sapete benissimo che l’ipotesi di reato di estorsione non è riferita alla riscossione di somme di danaro e men che meno all’episodio dei 466 Euro. La notitia criminis verte sul fatto che il Maniaci abbia ottenuto 2 assunzioni per la sua amica per mezzo di minaccia, come per di lui propria ammissione e vanto, come si evince chiaramente dall’intercettazione telefonica. Inoltre è lampante come il Maniaci usasse l’arma della potenziale divulgazione di fatti su Telejato per tenere sotto scacco, o per meglio dire sotto permanente ricatto, i destinatari delle sue pretese. Per ultimo, non può trovare alcuna giustificazione l’aver attribuito alla mafia la vile uccisione dei suoi due poveri cani per trarne beneficio anche ai danni dell’erario.

    • Piaciullo

      Occhio alla querela Francesco, vacci piano con le parole, non si sa mai che questi ti mettano nei guai 😉

    • ‘nteregghekkiù

      un altro giudice !…e dove sono le prove delle minacce?…tu intercetti uno perchè al telefono si vanta di qualcosa e non cerchi le prove che lo incastrano ?..ma che giochiamo a “indovina chi ?”…sentito che i cani li avrebbe ammazzati qualcun altro sono forse andati da quel tizio ad accertare la verità??….RICORDI DI QUANDO SI DISSE CHE FALCONE SI METTEVA DA SOLO LE BOMBE ALL’ADDAURA E DI QUANDO PEPPINO IMPASTATO ERA ESPLOSO MENTRE PREPARAVA UN ATTENTATO ???…

      • Piaciullo

        Nella telefonata dice che utilizza la morte dei cani per chiedere la scorta, attribuendo l’atroce delitto alla mafia, come mai afferma questo, quando pensava fosse un presunto cornuto l’autore? Sembrate quelli del PD, che per anni attaccavano Berlusconi che si difendeva dai giudici e ora improvvisamente si è tutti garantisti :-)

        • ‘nteregghekkiù

          ..ho capito !..tu ti sei già masso il completino e sei sceso in campo !!…il PD, Berlusconi, I cinque stelle….ma che centra con questa cosa?…la butti in caciara! lo capisci che se quella telefonata non fosse stata diffusa, come peraltro doveva NON essere diffusa perchè NON ha niente di PENALE, tu non avresti saputo di un fatto che nessuno ha ancora dimostrato vero ??..invece ti hanno dato quella telefonata e tu sei già con la toga a condannare….

          • Piaciullo

            Anche su Berlusconi, senza le telefonate diffuse, non si sarebbe saputo nulla riguardo la sua immoralità in famiglia, ma tutti erano lì a chiamarlo addirittura pedofilo. Senza intercettazioni non si sa nulla, comprese le delinquenze mafiose, certo, occultiamo tutto :-)

          • Piaciullo

            Anche la Guidi dice che le è stata violata la privacy, facendoci ascoltare la litigata con il compagno, dove si definiva sguattera del Guatemala perchè gli faceva tutti i favori possibili. Secondo il tuo ragionamento, era irrilevante questa intercettazione, ma non è stato così, perchè l’argomento base era la raccomandazione cronica verso il suo compagno, usando il suo potere politico, dunque usava in maniera illegittima la sua sovranità politica per raccomandare e porre in rilievo le attività di lavoro del compagno, cosa ingiusta. Maniaci ha fatto la stessa cosa secondo le accuse, ossia ha utilizzato il suo essere conosciuto come denunciatore per piazzare questa presunta amante in un posto di lavoro pubblico, dunque l’intercettazione è rilevante perchè per andare a lavorare in comune si spera sempre che ci sia una selezione giusta e non una raccomandazione. Capisci che se Maniaci raccomanda una persona nel lavoro privato è una cosa, ma nel pubblico è un altro paio di maniche. Se esce fuori il fatto che il sindaco è stato costretto ad assumerla per favorire Maniaci, il quale magari chiudeva un occhio riguardo delle sue personali collaborazioni in materia di antimafia, la cosa è assai brutta. Io mi auguro per Maniaci che tutto ciò non sia vero, resta il fatto che di sicuro i dubbi sono tanti, anche riguardo la sua condotta personale. Morale o non morale, lui forse era il primo che si metteva la toga a condannare persone indagate per mafia e poi magari prosciolte. In realtà la ruota gira per tutti e dunque bisogna essere garantisti sempre e comunque, perchè la cassazione chiude una questione giudiziaria. Mentre ognuno è libero anche di criticare la questione morale, tema tanto caro a Berlinguer e al M5S. Senza moralità tutto è permesso, anche se irrilevante dal punto di vista giuridico. Insomma Maniaci, qualora tradisse la moglie e raccomandasse questa donna, non fa uscire di lui un’immagine seria e dignitosa, inutile girarci intorno.

  • Kuriakos Avizzano

    “PINO MANIACI è ORA EVIDENTEMENTE INNOCENTE.
    NON MI HA INVECE MINIMAMENTE STUPITO, sin dal primo istante, LA FEROCIA IMMEDIATA, BASATA SULLE APPARENZE, DEI MEZZI D’INFORMAZIONE, AI QUALI PINO MANIACI FAREBBE BENE A CHIEDERE MILIONARIO RISARCIMENTO PER DIFFAMAZIONE, PROCEDENDO INOLTRE A DENUNCIARE SENZA PENSARCI L’ARMA DEI CARABINIERI, AL FINE DI IDENTIFICARE, PROCESSARE E CONDANNARE LE TALPE AUTRICI DEL VIDEO FATTO AD ARTE, RILASCIATO PER COLPIRE LA SUA FIGURA COL SUO MEDESIMO FENDENTE : I MEDIA.”
    K.

    • Piaciullo

      Quando le talpi attaccano le persone considerate nell’errore allora piace il trambusto mediatico, vero? Due pesi e due misure, come sempre. Quante persone sono state messe alla gogna con le peggiori accuse e calunniate, considerate ingiustamente mafiose a priori? La vita è una scala, c’è chi scende e c’è chi sale, tocca a tutti.

      • ‘nteregghekkiù

        tipo chi ?

  • cottonfield

    Sono, quelle di Maniaci, tutte scuse e giustificazioni costruite a tavolino con la partecipazione dei suoi avvocati. Peccato che non siano per nulla convincenti e che rimangano sempre forti dubbi sulla dirittura morale del personaggio. A questo punto, la cosa migliore per lui sarebbe scomparire dalla scena in silenzio e con dignità.

    • Piaciullo

      Ne esce fuori una persona abituata al turpiloquio e al vantarsi come un galletto, a me piacciono le persone galanti e con un linguaggio pulito e sobrio.

    • ‘nteregghekkiù

      ti piacerebbe….!!?…è ridicolo !!!. “DIRITTURA MORALE ” !!..ma siete fuori di testa se pensate che si possa fare antimafia solo se si è praticamente dei santi….SIETE A BUTTARLA IN CACIARA PERCHE’ VI FA COMODO…tu sicuro eri uno di quelli che pensava che anche per Falcone, dopo le accuse di metetrsi le bombe da solo,

  • ‘nteregghekkiù

    Ascoltate le parole di pino ed i rilievi degli avvocati è innegabile che una serie di cose non tornano…prima fra tutte la diffusione di intercettazioni che umiliano l’uomo nella sua condotta di vita privata MA CHE NON HANNO ALCUN RISCONTRO PENALE PERCHE’ PRIVE DI RISCONTI PROBATORI … come a volersi aiutare nelle indagini facendo passare per un poco di buono l’inquisito.
    RICORDO A TUTTI CHE DEL GIUDICE FALCONE SI DISSE CHE LE BOMBE ALL’ADDAURA SE LE METTEVA DA SOLO E CHE DI PEPPINO SI DISSE CHE PREPARAVA UN ATTENTATO !…QUESTA E’ LA MAFIA DEI COLLETTI BIANCHI…
    I fatti privati di Pino restano di Pino e della sua famiglia, il suo impegno ( e quello di tutti i ragazzi di TELEJATO, rimangono un patrimonio di TUTTI I SICILIANI.

    • Piaciullo

      Ma non è lui che umilia la propria vita privata facendo il galletto al telefono e tradendo forse la propria moglie? Oppure è colpa degli altri se va a donne, pur maritato? Ma che ragionamenti sono? Poveri figli se per davvero hanno un padre così debole alla carne e così galletto che parla del rispetto. Pure i mafiosi usano spesso la parola rispetto.

      • ‘nteregghekkiù

        Per me fra un mafioso fedele alla moglie ed un maniaci , 1000 volte Pino.
        Quello che stai facendo è disprezzare ed accusare pubblicamente una persona solo per il tradimento della moglie. Ma tu che ne sai della vita privata egli altri e dei problemi che possono attraversare…secondo te quella di Pino Maniaci , direttore di telejato, è una vita comparabile con la mia o la tua ?
        Ma realmente…ti pare la prima volta che la mafia prova a discreditare l’onore di una persona anziché ucciderla ?…è sempre successo così…prima si colpisce la figura, la si isola e poi la si uccide ..

        • Piaciullo

          La famiglia è il fondamento della società e io di una persona mi devo fidare per quel che fa a 360°, anche nel privato. Mica posso ascoltare Casini e Adinolfi per esempio quando parlano di famiglia, i quali sono divorziati e hanno il coraggio di criticare le coppie di fatto. L’esempio deve essere lampante dunque, anche e soprattutto a livello personale. Se arrivi a tradire tua moglie sei pronto a fare tutto, anche a perdere credito moralmente. La famiglia è sacra e la gente non vuole proprio capirlo. Falcone e Borsellino erano dei santi con le rispettive mogli e io li prendo come esempio di persone moralmente degne del mio profondo rispetto. Se uno tradisce la moglie permettimi di dire che l’onore se lo discredita da solo, sarebbe meglio chiudere la relazione senza ipocrisia. Dammi del moralista, dammi tutto quel che desideri, ma qualcuno 2000 anni fa ha detto che riconoscerai le persone dai loro frutti raccolti. Chi mi dice che prima o poi non avrebbe avuto per davvero atteggiamenti omertosi verso la mafia pure lui? Resta il fatto che in questa vicenda è emerso un lato della sua figura abbastanza triste, io che ogni tanto lo seguivo, lo vedevo come un padre esemplare che aveva una famiglia unita e dedita alle sue lotte, ora non lo vedo più umanamente credibile, anche se facesse arrestare 1000 mafiosi in futuro. Se invece avesse lasciato la moglie avrei detto che è una persona indomita e non ricattabile, invece a questo punto è stato un debole che a quanto dicono ha piazzato questa amante a lavorare, meritevole secondo lui di “rispetto”. Ma dai!

  • salvo

    Se si cercava la prova che la mafia si sia spostata ai piani alti dello stato ecco la prova: vendetta violenta contro uno che non ha chiuso gli occhi.
    Rompere le scatole a giudici e prefetti è letale. Adesso in tutta Italia i giornalisti (e non solo) sono avvisati